Una bella degustazione di “Napoletani Belli”

Scritto da il 21 Febbraio 2019

Torna in onda come ogni sera dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 21 su Radio CRC (FM 100.5 e in streaming su RadioCrc.com) la trasmissione “Napoletani Belli”, egregiamente condotta Ettore Petraroli.

In compagnia del nostro padrone di casa c’è stata Monica Piscitelli, blogger e degustatrice culinaria, oltre ad essere proprietaria di un ristorante in Grecia, infatti per questo si trasferisce tre mesi all’anno in terra ellenica: “A tavola si risolvono tutti i problemi, se il cibo è buono. In una coppia? Si crea un po’ di ansia di prestazione per l’uomo quando porta al ristorante una donna. Un piatto poco appetibile non favorisce neanche l’intimità. Gli addetti ai lavori sono sempre alla ricerca di trattorie che cucinano prodotti caserecci”.

Il primo ospite scelto dalla nostra protagonista di serata è stato Franco De Luca, matematico e responsabile dell’associazione italiana sommelier che ha parlato del binomio numeri e vino: “I numeri hanno a che fare con tutto, anche con la degustazione del vino, visto che ci sono delle fasi da seguire. C’è una forte relazione tra i due elementi, ma servirebbe un’intera puntata per parlare solo di questo. Magari uno di questi giorni vengo a trovarvi in trasmissione!”.

Parlando delle sue esperienze, Monica Piscitelli ha raccontato un po’ la vita del degustatore in una giornata in cui c’è un evento: “Mi capita di fare anche 70-80 degustazioni al giorno. È un lavoro che va fatto nella maniera più scrupolosa possibile. Per giudicare un vino ci si confronta tutta la redazione, non ci si basa sul pensiero del singolo. Quando un critico gastronomico distrugge il lavoro di un ristoratore, fa un grande danno se non giudica bene”.

Spazio per Alessandro Senatore, avvocato internazionalista, presidente dell’associazione italiana Cuba e autore di poesie. Il suo intervento è stato preceduta dalla lettura di una sua opera da parte del nostro speaker Ettore:Naufrago e esausto”. Senatore poi ha proseguito dicendo: “Ho scritto un romanzo su Cuba con protagonista Oreste Ferraro. Sono riuscito ad esaltare nella sua terra questo politico prima tanto odiato . Inoltre viene raccontata la storia di Cuba prima di Fidel”.

Ciro Corona, presidente della cooperativa Resistenza, ha conosciuto Monica Piscitelli durante una degustazione di un vino prodotto in terreni confiscati a Scampia:Proviamo a creare alternative lavorative, soprattutto per i detenuti che la mattina vengono qui ed il pomeriggio tornano in carcere. A Chiaiano stiamo coltivando 14 ettari di pomodori. Attualmente 12 detenuti si sono aggiudicati un contratto a tempo indeterminato. Sono nato e cresciuto a Scampia, in molti di quelli nati nella mia generazione in questa terra non si sono salvati e questo mi dispiace tantissimo”.

A chiudere in bellezza è stato Mario Avallone, chef e proprietario de “La stanza del gusto” che si è dimostrato un personaggio “sui generis”: “Sono un po’ pop, provo ad essere il più semplice possibile. Una cosa particolare che ho fatto? Attualmente a casa ho fatto un muro delle relazioni finite dove attacco tutte le cose che non uso più e ritengo inutili. Ho un rapporto non proprio idilliaco con la mia vicina, infatti è proprio il muro confinante con lei”.

Puntata 15 – Giovedì 21 Febbraio 2019
di Francesco Gala


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist