Spillo Altobelli a Radio CRC: “All’Inter non sanno cosa sia lo spirito interista“

Scritto da il 15 Dicembre 2020

“Quello che stiamo vivendo è un bel campionato, con in testa la squadra che ha giocato meglio e che, da marzo, ancora non ha perso una partita – queste le parole dell’ex calciatore di Inter e Juve Alessandro Altobelli ai microfoni de “Il Sogno nel Cuore”, programma in onda su Radio Crc dalle 13:00 alle 14:00 e condotto da Luca Cerchione, Floriana Messina e Diego Maradona Jr-.

Poi seguono le squadre che danno filo da torcere ai rossoneri: la Juve, l’Inter, con una rosa davvero forte e che può fare molto di più rispetto a quanto fatto fino ad ora, ed il Napoli, con una panchina fatta di tanti titolari. Se gli azzurri avessero giocato a Torino contro la Juve avrebbe potuto anche vincere il match, portando tre punti in più a casa”.

Altobelli ha poi commentato l’approccio dei giocatori attuali alla squadra: “I nerazzurri non possono incarnare lo spirito interista perché sono tutti stranieri, non sanno cosa vuol dire giocare al Meazza in San Siro; sono dei professionisti che giocano per la maglia, ma non la hanno stampata sulla pelle”.

L’intervista è poi continuata con un parallelismo tra i mister di Inter e Napoli: “Conte nella Juve e in Inghilterra ha fatto e ottenuto risultati, grazie anche alla sua esperienza; è un allenatore fatto e che sa quello che vuole.

Per quanto riguarda Rino sono contento che sia riuscito a dimostrare di non essere solo un ‘Ringhio’, ma anche un validissimo mister. Quando Gattuso è arrivato, al Napoli c’erano grandissimi problemi, difficili da superare, ma è riuscito ad acquisire la fiducia della squadra. I giocatori azzurri lo rispettano moltissimo perché sanno di avere a che fare con un uomo leale.

Non dimentichiamo che il Napoli ha calciatori che, una volta entrati in campo, cambiano la partita e questo è merito anche del mister.
Lukaku e Mertens? Il primo oggi è uno degli attaccanti più forti al mondo – ha continuato Altobelli-. Mertens, dal canto suo, se trova il suo spazio, riesce a cambiare le partite. Nel match di domani, però, l’interista è il giocatore da temere di più”.

L’ex dell’Inter ha poi concluso l’intervista ipotizzando chi dei nerazzurri potrebbe giocare nel match di domani contro il Napoli: “Vidal e Sanchez non sono titolari, quindi penso e spero che magari giochino Lautaro, Lukaku, Barella e Hakimi. L’inter arriva da quattro vittorie, quindi può giocarsela bene, sia la partita che il Campionato.

C’è bisogno però di stare attenti sulle fasce. Mi auguro di vedere un match di spettacolo, a prescindere dal risultato. Saranno interessanti gli scontri sugli esterni: gli azzurri hanno Lozano e Insigne, i nerazzurri Hakimi sul lato debole del Napoli”.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist