Napoli, rapinatori restano bloccati nel traffico della tangenziale: salta colpo in banca

Scritto da il 6 Novembre 2019

L’ingorgo  perenne che da settimane sta interessando la tangenziale di Napoli non risparmia nemmeno le attività criminali. A farne spese, ieri mattina, una banda di rapinatori che doveva recarsi in centro città per fare un colpo in banca. “Il piano era perfetto – ha dichiarato il capo banda – i complici interni all’istituto di credito erano al loro posto, tutto era stato pianificato alla perfezione. Il problema è che all’ora stabilita per la rapina, noi eravamo imbottigliati sulla tangenziale, all’altezza di Capodimonte. A niente è servito chiedere strada, fingendo  di avere un ferito a bordo. Allora ho personalmente spaccato il setto nasale a uno dei nostri e ho mostrato la sua faccia dal finestrino, ma niente, nessuno ci ha fatto passare. Allora abbiamo provato a fare la rapina a distanza – ha proseguito il capo banda – io ho chiamato personalmente il direttore della banca su Skype, gli ho detto ‘Questa è una rapina, mettete i soldi dentro dei sacchi e lasciateli fuori, che più tardi passiamo!’, gli ho anche mostrato la pistola tramite webcam, ma non c’è stato niente da fare, mi ha riso in faccia e ha chiuso il collegamento“.

Reazione di Fake to Fake 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Traccia corrente

Titolo

Artista