Monsignor Marco Gerardo: “Spostare la Pasqua è doveroso”

Scritto da il 18 Marzo 2020

“Rimandare la Pasqua non è solo giusto, ma doveroso” afferma con fermezza Monsignor Marco Gerardo, vicario di Taranto, ai microfoni dello speciale di Barba&Capelli sul coronavirus.

L’appello lanciato da Don Gennaro Matino, teologo e scrittore, proprio ai microfoni di Barba&Capelli, ha riscosso grande appoggio anche da monsignor Marco, che ha continuato: “La Pasqua è gioia, quindi non mi sembra affatto adatta a questo periodo storico. Dal punto di vista emotivo sarebbe rincuorante per tutti i fedeli spostarla”.

Il vicario di Taranto ha poi evidenziato come, agli inizi della Chiesa cattolica, la data della Pasqua non fosse unica a tutti, ma variasse a seconda delle tradizioni dei vari popoli: “All’inizio della Chiesa, le date della Pasqua erano diversificate, proprio per abbracciare le tradizioni dei vari popoli, inevitabilmente differenti tra loro”.

Non solo Monsignor Marco Gerardo ha aderito a questo appello, ma anche la consigliera regionale Valeria Ciarambino, che si è detta assolutamente favorevole a questa iniziativa, e il direttore del Cardarelli, Giuseppe Longo, che ha evidenziato come spostare la Pasqua eviterebbe di creare un’ulteriore motivazione per poter uscire di casa.

Maria Grazia Maravolo

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Traccia corrente

Titolo

Artista