Marcolin a Radio CRC: “Gattuso ed il Napoli non hanno nulla da invidiare a Conte e l’Inter”

Scritto da il 14 Dicembre 2020

“La Sampdoria ha imposto la pressione alta a inizio match. È una squadra molto compatta, che va ad aggredire gli avversari – queste le parole
dell’ex calciatore e cronista Dazn Dario Marcolin ai microfoni de “Il Sogno nel Cuore”, programma in onda su Radio Crc e condotto da Luca Cerchione, Floriana Messina e Diego Maradona Jr -.

Il Napoli deve interrogarsi su una cosa: è bastato un lancio lungo per bruciare ben 6 giocatori, in occasione del gol dei blucerchiati. È necessario essere un po’ più equilibrati. Bisogna anche dire però che la Sampdoria gioca una partita a settimana, a differenza degli azzurri. Gattuso ha ottimi giocatori – ha continuato il
cronista, commentando la partita disputata ieri -, quindi cambiando gli uomini cambia anche il gioco, riuscendo quasi sempre a portare a cosa i tre punti.
Tra il primo tempo e il secondo è cambiato il centrocampo, senza più Demme e Fabian Ruiz, davanti Mertens è ritornato a fare il trequartista e infine è entrato Lozano, che ha fatto la differenza”.

L’intervista è continuata, parlando della settimana che il Napoli dovrà affrontare, tra match importanti ed il ricorso al CONI: “Quello di questa settimana è il test verità, dovendo il Napoli affrontare la Lazio, l’Inter ed il ricorso al CONI.

La squadra ha, in questo momento, una buonissima classifica, se pensiamo anche ai punti che ha potuto perdere col Milan ed il Sassuolo in casa. Questo mini ciclo è un misurarsi prima di Natale. Gli azzurri sono ultra offensivi e giocano il miglior calcio in questo momento in Italia, insieme ai rossoneri.

A volte è più facile giocare con le squadre grandi che con quelle piccole – ha continuato Marcolin, in merito alle partite che gli azzurri dovranno disputare contro Inter e Lazio -. Più grande è l’avversario e più grande può essere la vittoria. Gli azzurri su queste due partite saranno molto concentrati, il difetto l’hanno mostrato solo contro il Milan in casa.

L’Inter è più forte? Intanto il Napoli è primo nel girone in Europa League, a differenza dell’Inter che non è più in Europa. Se dovessero vincere contro la Lazio e la stessa Inter, gli azzurri darebbero un segnale importante. È l’occasione che non torna più. Vincere aiuta a vincere”.
Marcolin ha poi fatto un parallelismo tra il mister del Napoli e Conte: “Gattuso ha dimostrato il
suo valore, soprattutto con la consacrazione a Napoli; la sua capacità di leggere le partite e rivalutare i giocatori è innegabile. Pensiamo a Lozano oppure a Zielinski.
Conte, invece, viene pagato tanto grazie al suo pedigree, ma sotto il punto di vista qualitativo si assomigliano.
Vorrei che il Napoli – ha concluso il cronista -, in fase difensiva, riuscisse ad aver una situazione stabile, più equilibrata. Bisogna sempre capire il valore dei giocatori che stanno dietro. Ecco cos’hanno gli azzurri da invidiare all’Inter, in questo momento”.

Tagged as

Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist