Lo strano caso di Fabian Ruiz

Scritto da il 12 Aprile 2022

Si può essere decisivi ad altissimi livelli nella propria squadra di club ed essere contemporaneamente ignorati dal selezionatore della propria nazionale? Nel caso di Fabian Ruiz la risposta è sì. Il centrocampista andaluso sta vivendo una stagione importante con la maglia del Napoli, sia per la sua centralità nel gioco, sia per i tanti goal, ben sei, messi a segno in questa stagione, e tutti con dei tiri da fuori area, a riprova della sue grandi abilità balistiche. Il classe 1996, arrivato a Fuorigrotta nell’estate del 2018, è senza dubbio uno dei cardini del gioco di Luciano Spalletti, che con la squadra azzurra sta vivendo una stagione ai vertici del campionato di Serie A. Tuttavia, nonostante il numero 8 sia uno dei migliori centrocampisti del campionato italiano, il CT Luis Enrique non lo ha nuovamente convocato per i prossimi impegni internazionali della Roja.

Una concorrenza spietata nel centrocampo spagnolo

Una delle prime motivazioni che potrebbero accompagnare la scelta di Luis Enrique è quella dell’eccessiva concorrenza nel settore nevralgico del campo. Oltre a un cardine come Sergio Busquets, stavolta risparmiato dalle convocazioni, il tecnico asturiano ha una serie di centrocampisti fidati ai quali non intende rinunciare. Tra i più importanti vi sono Koke, Marcos Llorente e Pedri, il quale sta dimostrando di essere già a livelli assoluti in quanto a padronanza del gioco e in quanto a carattere. Non sorprende, del resto, che la nazionale iberica sia una delle principali candidate alla vittoria del prossimo mondiale secondo le quote più aggiornate delle scommesse sportive disponibili attualmente. Quest’abbondanza di centrocampisti, ai quali si aggiungono il metronomo Rodri del Manchester City, Carlos Soler del Valencia e il giovane talento Gavi del Barcellona, sta facendo sì che Fabian sia sistematicamente escluso dalle convocazioni della sua nazionale. L’ultima volta nella quale il giocatore del Napoli ha vestito la maglia della Roja è stato negli ottavi di finale dell’Euro 2020, quando gli iberici batterono la Croazia ai calci di rigore. A partire da quel momento, Luis Enrique non ha più contato su Fabian. Secondo alcuni all’origine di questa scelta ci sarebbe anche un presunto litigio tra i due. Un litigio che, secondo alcuni media spagnoli, avrebbe avuto luogo proprio durante il torneo continentale, e che dunque avrebbe generato questa esclusione continua.

Le sirene del Real Madrid nel futuro del calciatore

Tuttavia, sembra che il mancino stia cercando di tornare nel suo Paese di origine quanto prima. Le varie volte in cui ha rifiutato il rinnovo con il club azzurro sono sicuramente un segnale della sua voglia di non prolungare il suo vincolo con il Napoli, che scade nell’estate del 2023. Questa circostanza può sfociare in due conseguenze: la prima è quella di una cessione nella prossima finestra di mercato a un prezzo piuttosto conveniente per l’acquirente; la seconda è quella di un addio gratis nell’estate dell’anno prossimo, cavalcando una tendenza molto di moda negli ultimi anni. Il Real Madrid è una delle squadre attente all’evoluzione della sua situazione, e sembra essere il palcoscenico ideale nel quale Fabian potrebbe dimostrare il suo talento. Inoltre, tornare nella Liga potrebbe rappresentare già un passo verso un possibile ritorno in nazionale, una squadra alla cui vittoria lo spagnolo desidera apportare il proprio contributo.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Traccia corrente

Titolo

Artista