Jacobelli a Radio CRC: “Mi auguro si rigiochi Juve-Napoli. Su Maradona…”

Scritto da il 8 Dicembre 2020

“Ricorso al Coni del Napoli? È auspicabile che ci sia già una data per la sentenza definitiva e che venga comunicata prima di Natale – queste le parole del direttore di TuttoSport, Xavier Jacobelli ai microfoni de “Il Sogno nel Cuore”, programma in onda su Radio Crc dalle 13:00 alle 14:00 e condotto da Luca Cerchione, Floriana Messina e Diego Maradona Junior.

Si spera che il collegio di garanzia si pronunci il prima possibile, affinché si possa mettere la parola fine a questa vicenda. Credo che, al tempo de covid, tutta la nostra vita è stata rivoluzionata e le conseguenze non potevano che ripercuotersi anche nell’ambito calcistico.

È evidente, quindi, che anche il caso legato a Juve-Napoli rientri in tutte quelle tematiche che riguardano la salute pubblica. Nonostante ciò, la giustizia sportiva deve emettere il verdetto in tempi rapidi, affinché il Napoli comprenda quale sia la sua reale posizione in classifica”.

Il direttore Jacobelli ha poi continuato l’intervista ricordando Diego Armando Maradona: “Sono trascorsi già 13 giorni dalla scomparsa di Maradona, ma continua questo moto incessante di affetto, partendo dallo stadio dedicato al Pibe de Oro. Diego merita questo e molti altri omaggi.

Nel 2021 la Fifa intende organizzare un evento internazionale per omaggiare la figura di Diego Armando Maradona.

Gattuso – ha affermato il direttore di TuttoSport, facendo un paragone tra il mister azzurro e quello bianconero -, che proprio in questi giorni ha onorato nel modo migliore il suo primo anno sulla panchina del Napoli, trova nella città partenopea il terreno migliore per evidenziare le sue qualità.

Pirlo, invece, ha preso in mano la Juve tre mesi fa e ha accettato una vera e propria sfida. Il suo è un cantiere aperto, a differenza del Napoli di Gattuso. Pirlo ha disposizione una squadra che conta 9 under 25, quindi è normale che quando una squadra viene così rinnovata ed affidata ad un nuovo tecnico ha bisogno di tempo per carburare.

Non c’è stato poi tempo
per gli allenatori, a causa del covid, di integrare al meglio i nuovi arrivati. Nonostante ciò, entrambi i mister stanno facendo molto bene.
Osimhen? Lo staff sa benissimo
cosa fare e probabilmente ha appurato che quell’infortunio sia più serio e complicato del previsto.

Quando si tratta di lussazioni alla spalla, i tempi di recupero si allungano. La squadra, nonostante tutto, sta sopperendo benissimo alla mancanza del calciatore.

Il punto debole della rosa azzurra? Credo abbia una formazione assolutamente accreditata per battersi per lo scudetto.

Ovviamente non ci si deve mai montare la testa e si deve volare basso, detto questo però parla il campo e il
campo ci dice che il Napoli ha una delle formazioni più competitive del Campionato, con un centrocampo tra i migliori d’italia e due portieri straordinari.

Jacobelli ha concluso poi l’intervista parlando del capitano degli azzurri: “Sia nel Napoli, che in Nazionale, Insigne è un assoluto punto fermo e questa considerazione l’ha guadagnata sul campo. Lorenzo è un campione”.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist