Diario da Castel di Sangro – Giorno 5

Scritto da il 28 Agosto 2020

di Taisia Raio

Una lunga giornata di attesa per la prima uscita del Napoli a Castel di Sangro. Dalle prime ore del mattino arrivano i tifosi napoletani, sempre composti e con le mascherine nella zona del complesso sportivo del comune abruzzese. Maglie azzurre, le nuove fresche di presentazione, cappellini e striscioni con i colori della squadra accompagnano la tifoseria che attende i suoi beniamini.
A tenere banco è il calciomercato. L’acquisto del giovane Karbownik ha segnato le notizie di oggi mentre si resta in attesa per le cessioni eccellenti: Koulibaly, Milik, Allan. A loro si è aggiunto l’enigma Demme, non più regista inamovibile dell’11 di Rino Gattuso.

TRIANGOLARE: GOLEADA CONTRO CASTEL DI SANGRO E AQUILA

Dalle 15.30 c’è attesa per il mini torneo, i tifosi entrano ordinatamente allo stadio. Gli spalti si affollano con circa 1400 supporter a debita distanza e con mascherina. A scendere in campo sono Aquila e Castel di Sangro con gli aquilani che seppelliscono di gol, 12-0, i padroni di casa di categoria inferiore.
Alle 18.30 entrano in campo gli azzurri, una sorta di Napoli 2 con il giovane Gaetano e un Demme in grande evidenza. Eroe della giornata è il portiere Romito dei castellani in maglia giallorossa: para un rigore a Younes che poi si riscatta con un gol. Il risultato definitivo è di 10-0 con doppietta di Milik (uscito al 30° per Llorente: per il polacco alcuni gol sbagliati), tripletta Politano, Koulibaly (il più acclamato dagli spalti), doppietta Younes, Di Lorenzo, Gaetano. Si sono messi in evidenza soprattutto Gaetano, Politano e Zielinsky. Per Milik due gol dal sapore amaro. Dopo 4 minuti di recupero termina il match con il siparietto tra Meret e Romito che con le sue parate ha strappato applausi anche dai tifosi del Napoli: il portiere napoletano uscendo si è avvicinato e gli ha dato la mano per complimentarsi.
La partita che scalda il cuore è quella contro l’Aquila che è di categoria superiore. E soprattutto perché Oshimen incanta i tifosi: 3 gol in 8 minuti. Potenza, tecnica e forza atletica del gigante nigeriano nel 4-2-3-1 di Gattuso che mette in campo insieme Lozano, Insigne, Mertens e il nuovo acquisto con la provvisoria maglia numero 15 (in attesa che Llorente liberi la 9). Doppiette di Mertens, Lozano, Insigne (tutti gli uomini di attacco), infine Goulham per l’11-0 definitivo. Per Ringhio si vede una valida alternativa tattica, almeno in alcune partite dove la trazione offensiva del 4-2-3-1 può sfondare le difese delle squadre piccole. I tifosi già sperano che oggi sia l’inizio di una stella con la maglia numero 9: Victor Oshimen fa sognare Napoli.

APPUNTAMENTI

– È previsto per domani l’arrivo a Castel di Sangro di Gabriele Gravina, numero uno della FIGC che dovrebbe infatti incontrare De Laurentiis, come annunciato dallo stesso patron in conferenza stampa.

– Domani giornata di riposo per gli azzurri, non sono infatti previsti allenamenti.

– Lunedì 31 agosto in programma l’arrivo dell’arcivescovo di Napoli, Crescenzo Sepe per la tradizionale benedizione della squadra.

 


 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Traccia corrente

Titolo

Artista