Diario da Castel di Sangro – Giorno 10

Scritto da il 2 Settembre 2020

di Taisia Raio

Si avvicina la fine del ritiro degli azzurri a Castel di Sangro. Alla seduta pomeridiana odierna hanno assistito tre ospiti d’onore tifosissimi del Napoli: il ministro dell’ambiente Sergio Costa, il Professor Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia e docente all’università di Siena e Giancarlo Arra, responsabile relazioni esterne Sbarro Health Research Organization. Arra e Giordano sono stati gli unici ospiti esterni voluti dal presidente.

Ieri De Laurentiis ha incontrato a Castel di Sangro il presidente della Lega, Paolo Dal Pino e l’amministratore delegato Andrea Chiavelli, che sono rimasti piacevolmente colpiti dal rigore e dall’ottima organizzazione.

Ufficializzato intanto oggi il calendario della stagione 2020-2021. Ecco l’elenco delle partite: gli azzurri aprono con il Parma, terzo match contro la Juve e infine chiudono con il Verona.

1^ Parma-Napoli
2^ Napoli-Genoa
3^ Juventus-Napoli
4^ Napoli-Atalanta
5^ Benevento-Napoli
6^ Napoli-Sassuolo
7^ Bologna-Napoli
8^ Napoli-Milan
9^ Napoli-Roma
10^ Crotone-Napoli
11^ Napoli-Sampdoria
12^ Inter-Napoli
13^ Lazio-Napoli
14^ Napoli-Torino
15^ Cagliari-Napoli
16^ Napoli-Spezia
17^ Udinese-Napoli
18^ Napoli-Fiorentina
19^ Verona-Napoli  

Alle 15.30 presso il Palazzetto dello sport si è svolto l’evento dal titolo “E’ tutta una questione di gusto”, hanno partecipato Aurelio De Laurentiis, presidente SSC Napoli, il cuoco Niko Romito, Franco Pepe, artigiano pizzaiolo titolare della Pizzeria “Pepe in grani di Caiazzo”, 
Marcello Zaccagnini, vignaiolo d’Abruzzo, Raffaele Cavallo di Slow Food Italia e Raffaella Accardo, direttore vendite Italia della cantina Farnese Srl.
A margine dell’incontro De Laurentiis ha parlato anche delle date relative all’inizio del campionato: “in Italia si impiegano 20 anni per ottenere qualcosa che sia razionale. E’ un mondo di sordi il nostro” e poi ancora chiamato in causa sulla stagione ha dichiarato: “navighiamo a vista, nessuno dice mai niente e si fanno imporre le cose dall’Uefa. Si calendarizzano gli europei e quindi noi dobbiamo giocare tante partite rischiando crociati, menischi, mettendo a rischio le nostre società. Al tifoso importa della nazionale marginalmente, così come le coppe euroope che riguardano solo alcune squadre e non tutte”.

Intanto nonostante il ritiro sia ormai quasi giunto al termine i tifosi non abbandonano i loro beniamini, anche oggi erano in molti presenti sugli spalti ad acclamare in particolar modo Osimhen e Koulibaly. Gattuso nella seduta pomeridiana ha lasciato spazio al gioco con la palla. Torelli, triangolazioni strette, schemi di pressing e ripartenza nella mini partitella senza porte, in meno di 30 metri, a tre squadre. Rientra in campo Ounas che ieri ha accusato un affaticamento muscolare. Malcuit accusa una botta al collo, pronto l’intervento del Dottor Canonico ma il calciatore decide di restare in campo.

APPUNTAMENTI

– Domani previsto l’arrivo dell’arcivescovo di Napoli, Crescenzo Sepe per la tradizionale benedizione della squadra. L’allenamento degli azzurri si svolgerà di mattina alle 9.30 presso lo stadio Teofilo Patini.

– Venerdì 4 settembre, ultimo giorno di ritiro, gli azzurri sfideranno il Teramo.

 


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist