Diario da Castel di Sangro – Giorno 3

Scritto da il 26 Agosto 2020

di Taisia Raio

Nel “the day after” la conferenza stampa di Aurelio De Laurentiis e Rino Gattuso si tirano le somme sulle dichiarazioni del presidente che ieri ha parlato di “avvoltoi” riferendosi con molta probabilità alla Juve nella trattativa su Milik ma anche a club stranieri per quanto riguarda le cessioni di Koulibaly e Maksimovic.   

Il difensore senegalese dovrebbe lasciare il Napoli a settembre appena il Manchester City venderà Stones e potrà quindi recuperare la cifra (70 milioni) per poter convincere il Napoli. Nel frattempo invece diventa sempre più concreto l’addio di Fouzi Ghoulam. Due le ipotesi per il difensore: o il trasferimento al Wolverhampton oppure la rescissione del suo contratto, in scadenza nel 2022. Agli sgoccioli anche la trattativa di Allan che entro il 10 settembre dovrebbe lasciare la maglia azzurra per andare all’Everton. Inoltre oggi Mino Raiola, agente di Manolas e Lozano è stato a Castel di Sangro per “valorizzare Lozano” come era stato già anticipato da Gattuso durante la conferenza stampa di ieri. E sulla sua visita è intervenuto il direttore Giuntoli dichiarando: “Mino ha salutato i suoi assistiti, Manolas e Lozano, siamo stati a pranzo insieme. Gattuso è contento dell’ultima parte di stagione di Lozano e l’idea è quella di continuare”. Tra le voci di mercato il Napoli sembrerebbe vicino a Matvienko dello Shakhtar. La trattativa per l’acquisto del giocatore ucraino potrebbe chiudersi a 15 milioni di euro, ma ci sono ancora in ballo alternative come Senesi del Feyenoord e Sokratis dell’Arsenal.

CONFERENZA STAMPA OSHIMEN & RRAHAMANI

Presentati alla stampa Victor Oshimen e Amir Rrahamani. La conferenza si è svolta presso il Palazzetto dello Sport e hanno preso parte anche il Vicepresidente della SSC Napoli, Edoardo De Laurentiis e il Direttore Sportivo, Cristiano Giuntoli. Oshimen non parla italiano ma, come abbiamo potuto vedere dai video pubblicati da Malcuit sul suo profilo Instagram sembra essersi perfettamente ambientato alla calda atmosfera partenopea, Rrahamani invece, dopo un anno nel nostro Paese, parla abbastanza bene italiano e infatti ha risposto alle domande dei giornalisti senza aver bisogno del supporto dell’interprete.

Victor è nato in una delle periferie di Lagos in Nigeria, ha avuto una vita difficile e sa bene cosa sia la sofferenza ma soprattutto sa quanto sia complicato emergere per un giovane che vive in quelli che sono considerati i “ghetti” della città: “Il consiglio è di non arrendersi mai alle condizioni della vita, vivere in una periferia dove ti alzi e pensi a come sopravvivere non è facile, bisogna lavorare sodo. Mai però rinunciare ai propri sogni”.

Temeva anche il pregiudizio razzista in Italia Victor Oshimen ma gli è bastato passeggiare per i vicoli della città di Napoli per capire che sarebbe stato il benvenuto: “Ero scettico sul’Italia ma Napoli non è così. Ho visitato la città con i miei occhi ed il mio punto di vista è cambiato, purtroppo il razzismo è ovunque, non sarà un limite per me e sono certo che con l’affetto dei tifosi supererò tutto”.
L’attaccante si è inoltre anche soffermato sul rapporto che ha da subito instaurato con il presidente De Laurentiis e con Gattuso: “Sono stati come dei padri, mi hanno dato consigli preziosi per farmi sentire a mio agio, come a casa, e ho avuto un’accoglienza importante dai tifosi” e poi ancora “è un sogno che si realizza, mi piace giocare come punta, ma posso adattarmi a qualsiasi ruolo e sono felice di essere a Napoli, ora non sono al 100% ma farò il massimo per arrivarci quanto prima”.

Tante domande anche per Amir Rrahamani che si è definito un giocatore “aggressivo, forte nei duelli aerei, ma anche bassi”. Napoli è stata la sua prima scelta dall’inizio, ora bisogna solo allenarsi e prepararsi. Alla domanda se avendo giocato a 3 puó agire anche da laterale a 4, Rrahamani ha risposto che a Zagabria in Europa League ha giocato come sinistro, a destra per lui sarebbe più facile, però può ricoprire tale ruolo se il tecnico lo richiede.

APPUNTAMENTI

– Domani alle 15.00 il Palazzetto dello Sport ospiterà il convegno dal titolo “Alimentarsi bene, per amarsi, vivere meglio e soprattutto più a lungo”.  Un forum sulle buone abitudini alimentari, nello sport come nella vita quotidiana, al quale parteciperà il Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis assieme al tecnico Rino Gattuso. Saranno presenti anche il difensore del Napoli Kostas Manolas e il Medico Sociale Dott. Raffaele Canonico. Previsto l’intervento del Professor Camillo Ricordi, Direttore per la Ricerca sul diabete e del Centro trapianti cellulari dell’Università di Miami e uno dei massimi esponenti mondiali in materia di Nutrizione, Diabete e malattie croniche, che sarà in collegamento da Miami. Tra gli ospiti anche Maurizio Cortese, consulente gastronomico e Alfonso Iaccarino Chef e ambasciatore della dieta mediterranea del mondo. A moderare l’incontro Nicola Lombardo, Direttore dell’Area Comunicazione del Napoli.

CURIOSITÀ

– Come di consueto nel periodo estivo, anche questa sera altro appuntamento imperdibile a Castel di Sangro con la musica dal vivo in Largo Antonella D’Aquino con “Rino Gaetano & Friends”, un quartetto elettroacustico ripercorrerà i migliori successi del cantautore calabrese e dei suoi amici (Dalla, Venditti, De Gregori, Sorrenti).

 

 


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist