Cultura, Rettore Federico II: “classifica Censis? Sono deluso”

Scritto da il 15 Luglio 2020

Di Taisia Raio

“C’è un equivoco di base, le classifiche del Censis arrivano nel momento in cui gli studenti devono scegliere, mettendo dinanzi agli occhi dei ragazzi numeri e dati incongrui. È una discussione che prosegue da molto tempo, ma a quanto pare, non in maniera abbastanza convincente. Sono deluso”. A dirlo il Rettore dell’università Federico II di Napoli, Arturo De Vivo intervenuto a Barba&Capelli, trasmissione di Corrado Gabriele in diretta dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 9.00.

“Circa meno di un mese fa, una delle più prestigiose classifiche, che è quella di Shanghai e che prende in considerazione 1200 università – ha affermato De Vivo – ha classificato la Federico II intorno al 300esimo posto e, in Italia, la nostra università è ottava. La Censis ha stilato una classifica che non prende in considerazione i risultati della ricerca e la qualità dei docenti, ma altri parametri come borse di studio, alloggi, mense. Sull’internazionalizzazione il nostro Ateneo ha visto i suoi progetti premiati, l’Europa ci ha classificato al primo posto con il progetto Aurora, abbiamo investito con borse per dottorandi che non si sono laureati in italia, stabilendo che i ragazzi avessero un soggiorno di almeno tre mesi all’estero.
Le nostre Academy – ha concluso De Vivo – sono infatti frequentate da tantissimi studenti stranieri. L’esperimento della didattica online è stato positivo ma non aspiriamo ad essere un Ateneo telematico”.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist