Consulta: “Diritto al suicidio assistito anche per chi vive sotto l’amministrazione De Magistris” – FAKE TO FAKE

Scritto da il 30 Settembre 2019

La sentenza della Consulta, che ha stabilito come l’aiuto al suicidio non sia sempre punibile, avrà delle ripercussioni anche sui cittadini di Napoli. La corte costituzionale, infatti, ha riconosciuto il diritto all’accesso al trattamento di fine vita anche per chi ha vissuto nel capoluogo campano nel periodo dell’amministrazione De Magistris. Nella sentenza, infatti, si legge: “Chiunque possa dimostrare tramite presentazione del certificato di residenza di aver vissuto a Napoli per almeno 2 anni nel periodo che va dal primo giugno 2011 ad oggi, potrà richiedere di essere sottoposto al trattamento di fine vita, allo scopo di porre fine alla propria sofferenza. In assenza di questo requisito è comunque sufficiente dimostrare di aver viaggiato sulla circumvesuviana per almeno 3 mesi”.

Alla lettura della sentenza, decine di migliaia di napoletani si sono messi in macchina per raggiungere le cliniche svizzere e porre fine alla propria vita, causando però un terribile ingorgo in uscita dalla città che non ha fatto altro che aumentare la rabbia verso De Magistris e convincere anche gli indecisi. In breve tempo la voce si è sparsa anche a quelli fuori Napoli, che hanno immediatamente inscenato delle proteste. I casertani, per esempio, hanno cominciato a dire: “Scusate, ma noi che viviamo sotto la presidenza De Luca? Vogliamo anche noi il diritto al suicidio assistito!” E così anche gli avellinesi e i beneventani. I salernitani, invece, sono scesi in piazza al grido di “Vogliamo morire pure noi, ma a prescindere”. I giudici della consulta, quindi, non hanno potuto fare altro che prendere atto della situazione ed estendere il diritto al trattamento di fine vita a tutti i campani vessati dal malgoverno.

Ti è piaciuta questa notizia di controinformazione? Non perdere Fake to fake – la disinformazione di qualità, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 9.40!


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist