San Paolo depredato ancora: vandali entrano di nascosto allo stadio e rubano Insigne – FAKE TO FAKE

Scritto da il 23 Settembre 2019

Dopo il furto dei sediolini e dei faretti nei bagni, ieri alcuni vandali sono penetrati di nascosto
nello stadio San Paolo e hanno rubato Lorenzo Insigne. I delinquenti sarebbero entrati
indisutrbati e potrebbero essersi allontanati senza destare sospetti agevolati dal fatto che il
calciatore, piuttosto piccoletto, potesse essere facilmente occultato in uno zainetto.
Purtroppo non sono state di grande aiuto le immagini delle telecamere di sicurezza, dato che
poco prima erano state rubate pure quelle. Il primo ad accorgersi della mancanza di Insigne
sarebbe stato Mertens, che durante la partitella di allenamento del lunedì continuava a fare
passaggi a Insigne, secondo gli schemi di Ancelotti, ma andavano tutti stranamente a vuoto.
Eddie:
La rivendicazione del furto è avvenuta poche ore fa, quando i malviventi hanno telefonato
a De Laurentiis per un cavallo di ritorno: “Dateci 20 milioni di euro e riavrete il vostro
attaccante”. A quel punto sarebbe scattata una estenuante trattativa tra i ladri e AdL, con
quest’ultimo che tirava sul prezzo bluffando e dicendo che di Insigne non gli importava
molto, tanto lui era a un passo dal comprare Pépé. Alla fine, secondo indiscrezioni del
Corriere dello Sport, si è arrivati a un accordo, con De Laurentiis che ha offerto ai malviventi
100 euro e spicci più Milik. A quel punto, i ladri hanno accettato, però solo i 100 euro, mentre
Milik “te lo puoi tenere”; hanno detto i ladri.

Non perdere Fake to Fake – la disinformazione di qualità. Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 9.40!


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist