Il MANN sempre più open tra i giovedì estivi e la mostra di Corto Maltese all’Aeroporto

Scritto da il 10 Luglio 2019

Un cocktail di divertimento e cultura, un modo diverso per vivere la città durante la stagione estiva: al via l’edizione 2019 de “Le sere del MANN”, rassegna che proporrà, tutti i giovedì dall’11 luglio al 1° agosto, un ricco calendario di eventi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.
In occasione delle aperture del giovedì (dalle 20 alle 23, con ticket acquistabile sino alle 22 in biglietteria al prezzo di due euro), il pubblico di napoletani e turisti non soltanto potrà ammirare collezioni permanenti ed esposizioni in calendario, ma anche vivere il Museo come luogo di incontro: così il Giardino delle Fontane, a partire dalle 21, diverrà la cornice ideale per ascoltare musica di qualità, degustando gli aperitivi preparati dal MANN café (le consumazioni non saranno incluse nel ticket d’ingresso al Museo).

La rassegna, organizzata dai Servizi Educativi dell’Archeologico (ideazione e coordinamento: Lucia Emilio ed Angela Vocciante), si concentrerà su due punti di forza: la presenza dei “Curatori in mostra” (ogni giovedì, dalle 20 alle 21) per rispondere alle curiosità dei visitatori sulle peculiarità dei diversi percorsi espositivi; la programmazione (ore 21) del ciclo musicale a tema intitolato “L’archeologia del vinile”, a cura del dj Arnold.

Evento inaugurale, l’11 luglio alle 17, sarà, naturalmente, l’apertura al pubblico della collezione “Magna Grecia” che ripresenterà, dopo oltre venti anni, più di quattrocento reperti provenienti dai grandi centri culturali dell’Italia meridionale magno greca; a seguire (ore 21) primo appuntamento con “Dj Arnold e l’archeologia del vinile” sulla black music dalle work song al pop.
Ospite di festival di rilievo internazionale, Dj Arnold ha iniziato la propria carriera concentrandosi su tutto ciò che di groove esista nelle sonorità black e tropicali; fra i maggiori collezionisti di vinili al mondo, Arnold, attualmente curatore artistico per la radio dell’etichetta Blind Faith Records di Luca Sapio,è un crate digger, appassionato dei vecchi dischi che rappresentano, con l’avvento del digitale, quasi dei reperti “archeologici musical”: il MANN, così, presenterà una ricerca melodica raffinata, che troverà, nell’attitudine colta ed orgogliosamente retrò di Arnold, la propria cifra distintiva.

Per giovedì 18 luglio, ancora tanti eventi al Museo: dalle 17, apertura al pubblico del MANNcafé; alle 19, vernissage dell’esposizione “MANN on the moon. E’ tempo di luna: 1969-2019”; dalle 20 alle 21 “Curatori in mostra” (Simonetta Graziani racconterà “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio”, Alina di Comicon entrerà nel mondo di “Corto Maltese. Un viaggio straordinario”, Alessandra Pagliano svelerà il fascino di “MANN on the Moon”). Conclusione dell’intensa giornata nel Giardino delle Fontane, dove Dj Arnold effettuerà un omaggio musicale tra terra e cielo, dedicando le selezioni musicali allo sbarco sulla luna del 1969.

Un nuovo focus sulle esposizioni estive del MANN sarà in calendario giovedì 25 luglio: alle 19, Michele Iodice converserà con il pubblico, soffermandosi sulla sperimentazione creativa di Juliana Cerqueira Leite, autrice della personale “Orogenesi”, in programma al MANN sino al 23 settembre; dalle 20 alle 21 “Curatori in mostra” (saranno presenti Rita Di Maria per “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio”, Luciano e Marco Pedicini per il percorso fotografico “Sotto mentite spoglie”, ispirato a Canova, Maria Lucia Giacco per “Paideia. Giovani e sport nell’antichità”). Alle 21, Dj Arnold dedicherà la sua perfomance alle contaminationes ritmiche ed ai “generi musicali oltre i confini”.

Ultima serata giovedì 1° agosto: alle 19, visita guidata, con Maria Lucia Giacco, alla collezione “Magna Grecia”; dalle 20 alle 21, “Curatori in mostra”(Marta Iommelli per “Gli Assiri all’ombra del Vesuvio” e Maria Paternostro per lo street artist Blub); alle 21, DJ Arnold attenderà il pubblico per un suggestivo viaggio nella musica partenopea, dalle origini alla contemporaneità.

L’iniziativa “Sere al Mann” non è l’unica novità che riguarda il Museo Archeologico. Sempre più aperto anche verso l’esterno una traccia del Mann arriva anche a Capodichino. All’Aeroporto Internazionale di Napoli, saranno esposte riproduzioni in grande scala di tavole originali presenti nella mostra “Corto Maltese. Un viaggio straordinario”, in programma al MANN fino al 9 settembre. Un omaggio a Hugo Pratt, uno dei più noti fumettisti italiani al mondo, mettendo in risalto la sua passione per il viaggio e l’avventura.

La fruttuosa collaborazione tra COMICON e Gesac continua così anche quest’anno, allargando la partnership al Museo Archeologico e regalando a tutti i viaggiatori un assaggio dell’opera di Hugo Pratt al primo piano dell’Aeroporto di Capodichino.

Una sinergia che si consolida, anche grazie alla politica di valorizzazione promossa dal progetto “Obvia”, la rete che il MANN stabilisce con la città e con l’Aeroporto di Capodichino: così ai passeggeri, in transito nello scalo partenopeo, è offerta la possibilità di effettuare “Un viaggio straordinario” in compagnia dell’eroe di Hugo Pratt.

La mostra dedicata a Corto Maltese, in calendario al Museo, si è connotata, dall’inizio della sua programmazione, come il risultato di un’originale pratica di diffusione dell’opera di Pratt: ai visitatori del MANN (in aumento del 40% rispetto al 2018), è presentato non soltanto un raffinato percorso espositivo, ma sono anche garantite delle attività collaterali per apprezzare uno dei maestri del fumetto internazionale.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist