Per le Universiadi 2019 si riscoprono le Dimore Storiche campane

Scritto da il 2 Luglio 2019

Trentadue siti culturali e dimore storiche tra le più affascinanti della Campania, da visitare in quattordici itinerari speciali in occasione dell’Universiade Napoli 2019, divisi nelle cinque province campane.

L’iniziativa realizzata dalla Scabec Regione Campania in collaborazione con l’Associazione Dimore Storiche Italiane, nell’ambito del programma culturale dedicato agli atleti e alle delegazioni di sportivi delle Universiadi 2019.

Un’occasione per far conoscere gratuitamente ville, giardini, palazzi e monumenti non solo a chi viene per la prima volta nella nostra regione ma anche per tutti i residenti.

Le visite partiranno il 4 luglio e termineranno il 22 luglio dove non mancheranno i trasporti dedicati, con partenze da Napoli, Caserta e Salerno, sempre accompagnate da guide esperte e storici dell’arte.

Quattordici percorsi per un viaggio nella storia della Campania, dalle famiglie aristocratiche ai suoi piccoli borghi, dalle ville agli splendidi giardini fino ad alcuni monumenti patrimonio UNESCO come l’Acquedotto Carolino di Maddaloni e il centro storico di Sant’Agata dei Goti.

Tra le dimore più affascinanti, lo storico Palazzo Donn’Anna a Posillipo (progettata dal Fanzago che non riuscì a completare l’opera a causa del rientro del vicerè e della morte di Anna Carafa l’anno successivo. L’edificio, rimasto incompiuto, ha assunto lo spettacolare fascino di una rovina antica confusa fra i resti delle ville romane che caratterizzano il litorale di Posillipo), Villa Lucia (unica reggia borbonica privata; costruita nel 1816 dall’architetto di corte Antonio Niccolini su committenza di Ferdinando IV per la sua seconda moglie Lucia Migliaccio, sposata morganaticamente solo due mesi dopo la morte della prima Maria Carolina d’Asburgo. E’ la sola reggia che possa definirsi un “pegno d’amore”, offerto dallo sposo sessantatreenne alla sua quarantaquattrenne e affascinante consorte siciliana), Villa Campolieto ad Ercolano, una delle dimore settecentesche realizzate dal Vanvitelli sul Miglio d’Oro. Ma anche percorsi di natura e enogastronomia come la tenuta Vannulo o il Borgo Riccio a Torchiara con il suo Greenway.

I siti individuati sono:  l’Orto Botanico e Villa di Donato a Napoli, Palazzo Rainone Mustilli e Palazzo Mustilli a Sant’Agata dei Goti (BN), Acquedotto Carolino a Maddaloni (NA) e Villa dei Duchi Guevara di Bovino a Recale (CE), Palazzo Caracciolo San Teodoro e Palazzo Donn’Anna, Palazzo del Marchese Positano e Palazzo Albertini di Cimitile a Napoli, Castello Lancellotti e Villa Pandola Sanfelice a Lauro (AV), Villa Tufarelli a S. Giorgio a Cremano (NA) e Villa Campolieto a Ercolano (NA) Palazzo Grauso a Marcianise (CE) e Villa de Clario Filangieri a Livardi (NA), Villa Lucia e Casa Museo Sergio Ragni a Napoli, Castello Pignatelli della Leonessa e Palazzo Ducale Pignatelli della Leonessa a San Martino Valle Caudina (AV) e Museo Archeologico a Montesarchio (BN), Tenuta Vannulo a Capaccio (SA), Domus Laeta a Giungano (SA) e Borgo Riccio a Torchiara (SA), Castello Invitti e borgo medievale a Prata Sannita (CE), Torre Volpe di Prignano a Melito di Prignano e Ditta Santomiele a Prignano (SA), Casa Museo Domenico Mondo a Capodrise (CE), Giardino di Villa de Clario Filangieri a Livardi (NA) e Palazzo Nucci a Cicciano (NA).

Per tutte le informazioni e per prenotare www.scabec.it/dimorestoriche/.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist