Vincenzo della Corte :”Se noi operai, che lavoriamo dalle 6 del mattino siamo camorristi, questa è L’italia che ha cambiato volto”

Scritto da il 23 Maggio 2019

Oggi a Barba&Capelli lo speaker Corrado Gabriele ha parlato della questione American Laundry e dei lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro. 250 persone, alle cui spalle partner, moglie, figli, che da un giorno all’altro non sanno più qual è il loro futuro. Di questo non è importato a nessuno, fino ad ora, che solo a causa dello sciopero se ne parla ovunque.

In merito a questo abbiamo intervistato Vincenzo della Corte, sindacalista dell’ORSA che dice :”L’istituzione già da 8 mesi non ci ascolta. Lunedì abbiamo un tavolo istituzionale in Regione dove cercheremo di salvare il salvabile.Abbiamo sempre cercato di ribadire l’irregolarità della gara, ma loro non ci hanno dato possibilità di parola. Se noi operai, che lavoriamo dalle 6 del mattino siamo cammorristi, questa è l’Italia che ha cambiato volto”.

A seguire poi, anche le parole dell’Assessore Regionale del Lavoro Sonia Palmeri, che dice :”L’appalto non è stato perso in quanto aggiudicato ad un’altra azienda, ma l’appalto era stato aggiudicato all’American Laundry che, a causa di ben due interdittive antimafia, non ha potuto contrarre. Quindi il problema si è verificato in capo all’American Laundry. Il 27 maggio cercheremo di far sedere intorno al tavolo la nuova azienda, in modo da sensibilizzarla verso una condizione sociale ed economica decisamente migliore”.

Abbiamo, infine, anche il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che esprime il suo pensiero in merito dicendo :”Quando accade che un azienda viene colpita dall’interdettiva antimafia è previsto che i lavoratori non ne paghino le conseguenze, perchè in questo modo si finisce per favorire la mafia”
E in risposta alle parole di De Luca che dice :”Le lenzuola le porto io da casa”, il Sindaco de Magistris dice: “Stiamo cercando di fare ironia su fatti molto seri. Da una parte ci sono lavoratori che perdono il posto di lavoro e dall’altra una sanità in condizioni sempre più complicate. Dalla Regione ci aspetteremmo risposte ben diverse”.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist