Sottosegretario Durigon: “Subito un tavolo in prefettura per l’American Laundry”

Scritto da il 30 Aprile 2019

Questa mattina a Barba&Capelli ci siamo occupati nuovamente della questione American Laundry e dei più di 200 operai rimasti senza lavoro. Proprio sulla questione è intervenuto il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociale, Claudio Durigon: “Bisogna mettere al centro i diritti dei lavoratori. È un primo Maggio con percentuali di disoccupazioni altissime, ma speriamo che con quota 100 ci saranno degli sviluppi importanti –  ha iniziato Durigon, esponendo tutti gli obiettivi che la Lega si professa di raggiungere per riuscire a risollevare l’Italia, in questo momento tanto difficile – Siamo convinti che, come Lega, attueremo leggi che andranno sempre più a favore della produzione. Per il Governo il lavoro è al centro di tutti gli interessi per riuscire a rialzare l’Italia.

Voglio però fare una precisazione: è un’utopia  pensare che questi strumenti bastino per trovare una soluzione veloce in grado di risolvere la situazione; siamo in un momento di grave crisi. Un lavoro precario non è un lavoro giusto ed adeguato per rilanciare l’economia della nostra penisola.

Stiamo costruendo, come Lega, una legge di partecipazione, affinché i lavoratori entrino nell’impresa per instaurare un rapporto saldo e duraturo, evitando ogni demagogia. Questo governo ha fatto più provvedimenti sul lavoro di qualsiasi altro, come ci dimostrano quelli sul pensionamento ed il reddito stesso. Abbiamo già fatto tantissimo e ci siamo prefissati l’obiettivo di cambiare il sistema utilizzato fino a qualche anno fa dal PD.

Sfuggono le azioni fatte e si parla unicamente per dare aria alla bocca”.

Il Sottosegretario si è poi soffermato sulla questione “American Laundry”, che negli ultimi giorni sta scatenando movimento di protesta e di dissenso tra i lavoratori, preoccupati per il loro avvenire incerto: “È un dramma vero, al quale il Ministero deve trovare una soluzione nel minor tempo possibile. Abbiamo preso a cuore questo lavoratori e stiamo lavorando per riuscire a gestire la situazione”.

 

Maria Grazia Maravolo 


Commenti dei lettori
  1. Mariagrazia   il   30 Aprile 2019 at 20:42

    Se mi tolgono il lavoro ? Mi tolgono la dignità mi tolgono tutto l’essere persona noi siamo persone oneste la mafia non siamo noi .Come si può andare avanti così noi chiediamo solo di vivere onestamente xké noi non siamo mafia Non ci portate a casi estremi

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist