Luigi Ambroso, vittima del caso di “sangue infetto”: “Il mero guadagno ha superato qualunque dignità”

Scritto da il 28 Marzo 2019

Questa mattina a “Barba&Capelli”, programma in onda su Radio Crc, è intervenuto Luigi Ambroso, una delle vittime del “sangue infetto”: “Stiamo parlando di una tragedia, in merito alla quale, ad oggi, non si è ancora trovato un colpevole. – ha iniziato il Signor Ambroso, facendo luce su una questione che, ancora al giorno d’oggi, non riesce ad emergere come dovrebbe – Gli imputati di questo processo non sono gli unici responsabili della vicenda, ma Poggiolini aveva un ruolo importante, essendo il Direttore del Servizio Sanitario Nazionale, ed aveva il compito di sovraintendere alla distribuzione e all’arrivo in Italia di farmaci emoderivati. Quanto avranno guadagnato le aziende farmaceutiche? – si è domandato Luigi – A noi non è dato saperlo, ma saranno indubbiamente somme elevatissime. Ciò che fa scalpore è che, in nome di questo guadagno, è stata sacrificata la vita di centinaia di persone.

Il mero guadagno ha superato qualunque dignità, si era a conoscenza di questi prodotti infetti da molto prima che partisse il contagio, ma nessuno ha tentato di denunciare per poter intervenire in tempi brevi”.

Dopo il processo, in cui è stata data al caso la sentenza di omicidio colposo, la vittima ha esposto tutto il suo sconforto: “Avevamo una piccola speranza, speravamo venisse riconosciuta almeno una piccola parte di responsabilità, ma, ad oggi, percepiamo un senso di smarrimento, tutte quelle persone sono morte senza alcun motivo. Ho provato la stessa sensazione che abbi ad Auschwitz. Tante volte abbiamo pensato di arrenderci, – ha concluso Luigi Ambroso – ma, passato lo sconforto, non ci fermeremo e continueremo a combattere per la verità e la giustizia”.

 

Maria Grazia Maravolo


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist