La testimonianza del padre di Luigi Galletta, innocente ammazzato dalla paranza

Scritto da il 12 Marzo 2019

NAPOLI – Sono passati quasi 4 anni dalla morte di Luigi Galletta, il ragazzo aveva 21 anni quando è stato ammazzato una sera del 31 luglio dal clan della “Paranza dei bambini” comandata da Emanuele Sibillo. E si riaffiorano i ricordi proprio ora che la “paranza” è stata smantellata grazie agli eccellenti arresti delle forze dell’ordine.

Ai microfoni di Barba&Capelli oggi parla Vincenzo Galletta, padre della vittima. “Mio figlio era un bravo ragazzo, lavorava 12 ore al giorno – racconta l’uomo affranto dal dolore – ho visto Luigi morire, quando era inerme a terra piangeva e mi diceva che aveva paura. Io vorrei che qualcuno lo ricordasse, siamo stati dimenticati. Agli assassini di mio figlio invece non voglio dire nulla, mi avete strappato la vita e tutto ciò che avevo creato di buono, con tanti sacrifici”. 

 


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist