Prodi oggi a Il Sabato delle Idee: ‘Il vento dell’ autoritarismo soffia in tutto il mondo non poteva non arrivare anche in Italia’

Scritto da il 23 Febbraio 2019

<<Adesso si litiga di politica.  Non si discute di politica come stiamo facendo oggi al Sabato delle idee.>> questa frase è la sintesi perfetta dell’incontro avvenuto questa mattina Centro Congressi dell’Università Federico II di Napoli  con Romano Prodi in occasione de Il Sabato delle Idee iniziativa creata dallo scienziato Marco Salvatore dedicata al futuro dell’Europa.

Un momento di riflessione importante alla vigilia delle elezioni del Parlamento Europeo per comprendere la situazione che potrebbe profilarsi in un momento storico in un’Europa in cui lo scontro tra sovranisti ed europeisti diventa sempre più duro.

Attorno al quesito di quanto sia a rischio l’Europa unita è ruotato l’incontro con l’ex premier ed ex presidente della Commissione Europea moderato dal direttore de Il Mattino Andrea Barbano, il cui non si è potuto fare a meno di pensare non solo al futuro dei giovani ma quale il loro peso in questo scenario:  << Non abbiamo mai trasmesso ai giovani entusiasmo verso l’idea di quella che è soprattutto una grande aggregazione di popoli, di culture e di valori. I giovani italiani devono capire che l’Europa unita è l’unico baluardo contro l’asservimento ai grandi poteri economici e alle grandi potenze mondiali>> dichiara Prodi e continua rivolgendosi ai giovani << Volete vivere senza contare niente al mondo da bravi schiavi o all’interno di una struttura che può dare voce alle vostre esigenze?>>

Affermando e rafforzano il suo essere europeista fino al midollo, il professor Prodi non ha dubbi che l’unico strumento vincente per l’Europa è l’unione e la cooperazione tra i paesi membri, in quanto l’Europa deve conservare la sua vocazione di arbitro, mediando tra i giganti dell’economia. Secondo l’ex premier unione significa anche responsabilità ripensando quanto valore abbia avuto aprirsi all’Est perché ha portato pace. << Lavorando adagio l’odio è diminuito.  Certo ci sono delle difficoltà tra cui il fattore linguistico con l’inserimento di 22 lingue, ma è necessario lavorare insieme mantenendo la propria identità per garantire un futuro ai nostri figli.>>.

Un punto nevralgico è stato l’Euro e a riguardo Prodi sostiene: << La fesseria di un paese che pensa di avere dei vantaggi a esser solo. Oggi i dominatori del mondo dei colossi dell’economia sono americani e cinesi, non ci sono europei. Questa potrebbe essere causa della divisione. L’ uscita della Gran Bretagna ha portato dei danni e nessuno vuole di fatto uscire più fuori e, per quanto ne dicano, anche i Paesi che hanno di più la tentazione di uscire. Il caso Brexit paradossalmente sta cementando l’adesione degli altri Paesi all’Unione Europea>>

Considerando la congiuntura che stanno subendo le Cancellerie Europee trovare risposta al quesito se  la democrazia è  davvero all’ epilogo o se si tratta solo di un passaggio che sarà superato diventa arduo, ma ciò che spaventa di più Prodi è la crisi della democrazia che pervade tutto il mondo e che si è verificata negli ultimi tre anni causa di un desiderio di autorità. << Il vento di autoritarismo che soffia in tutto il mondo dalla Cina agli Stati Uniti, non poteva non coinvolgere anche l’Europa e non poteva non arrivare anche in Italia.>> rimarca Prodi riferendosi all’attualità italiana << Il populismo è legato a un desiderio di autorità. Si pensi  a come sono strutturati i 5 Stelle e i Gillet gialli. Dobbiamo tener conto che in Europa , nonostante i gravi problemi, la democrazia e un senso di protezione le abbiamo conservate rispetto ad altre parti del mondo.>>

Con l’avvicinarsi delle Primarie per la Segreteria del PD è stata immancabile chiedersi come vede l’eventuale exploit di Nicola Zingaretti e se lo appoggerà:          << sono fuori dai partiti ma darò il mio sostegno a chi potrebbe riuscire riorganizzare e rinnovare. >>


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist