Fino a domenica a Napoli il ragù è servito con il format 7su7

Scritto da il 5 Febbraio 2019

<<Il ragù ispira arte! Tutte le ricette, sia quelle di tradizione che di innovazione, nascono da un’idea, da un’intuizione, così come accade in tutte le forme di arte. Il ragù è il “quadro senza tempo” della gastronomia campana. Sempre “bello”, sempre attuale, sempre gradito.>> così Francesca Marino CEO di MySocialRecipe, che insieme al giornalista Luciano Pignataro è l’anima del format Ragù 7 su 7, che fino a domenica 10 febbraio sarà presente in più di 70 locali di Napoli e provincia, che vogliono celebrare il piatto più amato e conosciuto della città “’O Rraù”. Quel piatto povero che da sempre ha conquistato tutti i palati, quelli più raffinati ma anche quelli più semplici, simbolo di un popolo e della sua più antica tradizione gastronomica. , il ragù per la sua popolarità è forse tra quei piatti hanno più ispirato l’arte: basti pensa a Eduardo che sia in la poesia che in teatro con “Sabato domenica e lunedì” diventa protagonista con i suoi odori e ritualità che impregna la sala teatrale come è accaduto anche nell’adattamento di Toni Servillo; o in film come l’ironico Mistero di Bellavista di Luciano De Crescenzo, diventa anche una specialità tipica che differenzia anche i quartieri della città. Una dimostrazione di come l’arte del cibo va a braccetto con tutta l’arte e la cultura a 360 gradi.

Ideata e promossa da Luciano Pignataro Wineblog, e il sito MySocialRecipe, il primo portale al mondo di ricette certificate, con il patrocinio del Comune di Napoli, della Città Metropolitana e con la media partnership de Il Mattino con la sua guida Mangia&Bevi, Ragù 7su7 è ancora più ricca di ricette da scoprire e gustare, non solo nelle trattorie e ristoranti partenopei, ma anche nelle caratteristiche località della provincia che hanno conservato ancor più la tradizione di questa ricetta che vuol dire casa, affetti, una domenica passata in famiglia o con gli amici.

Ma soprattutto tra le mission di format come questi dedicati al Ragù e alla Genovese che si è svolto in autunno è quello divulgativo con le masterclass: << L’obiettivo principale di tutti i format che nascono da MySocialRecipe, anche in collaborazione con LucianoPignataro Wineblog, hanno innanzitutto l’ambizione di divulgare la nostra cultura gastronomica, i nostri luoghi, i nostri profumi. Non a caso, nello spot ufficiale di Ragù 7su7 si parte da una panoramica della nostra città, con sottofondo musicale tipico partenopeo, per concludersi con la preparazione della salsa con i caratteristici ziti spezzati. Musica, gastronomia, arte, bellezza: attori di un’unica scena tutta partenopea ma seguita da ogni parte del mondo. Perché Napoli “fa tendenza” in ogni campo e in ogni dove.>> spiega Francesca Marino mettendo anche in risalto l’importanza all’innovazione e sperimentazione degli chef che partendo dalla tradizione propongono le loro varianti del piatto <<L’innovazione dell’oggi potrebbe diventare la tradizione del domani, ed è per questo che nulla dovrebbe sembrare “azzardato”. È una questione di gusto: si trova sempre l’amatore di un determinato piatto, ed è bene spronare i nostri cuochi a non dimenticare di sognare, di essere creativi ed immaginare qualcosa che non sia mai stato fatto. D’altronde questa non è altro che la base dell’evoluzione di qualsiasi tipologia di pensiero.>>

<<70 locali tra ristoranti e trattorie che avranno nel loro menu il ragù durante per sette giorni e abbiamo avuto voglia di estendere in tutta la provincia perché il ragù è la ricetta più simbolica. Si sbizzarrisce la nostra fantasia con le varie ricette proposte. Abbiamo avuto un bel riscontro corale in cui hanno aderito anche i tre stellati della città>>, ha dichiarato Luciano Pignataro intervistato da Titta Masi durante il programma Aggiungi Un Posto in Radio, in onda su Radio Crc dal lunedì al venerdì alle ore 11.

Per ascoltare l’intervista fatta da Titta Masi a Luciano Pignataro cliccare su Play


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Current track

Title

Artist