Accendete la tv e immergetevi nella Napoli de L’Amica Geniale

Scritto da il 27 novembre 2018

L’amica geniale è l’evento televisivo dell’anno e finalmente stasera andrà in onda su Raiuno la prima puntata della serie che questa primavera ha trasformato Napoli in uno spettacolare setting che ha immerso tutti i cittadini nel fascino degli anni ’50. Non era difficile attraversare la città e imbattersi in qualche bottega o in qualche gelateria che trasportava in pochi secondi in un’altra epoca.

La magia dell’atteso adattamento televisivo del best seller della misteriosa Elena Ferrante (a tutt’oggi non si sa nulla su di lei) ha contagiato tutti rendendoci impazienti perché è come se tutti noi avessimo partecipato alla realizzazione della serie in quattro puntate diretta da Saverio Costanzo e coprodotta oltre che da Rai Fiction, Wildeside, Fandango, Tim Vision anche dalla statunitense HBO la rete via cavo nota per aver portato al successo Sex and the city e Il Trono di Spade.

La serie racconta non solo la storia di una grande amicizia tra due donne dall’infanzia all’età adulta – un’amicizia complessa in cui convivono intesa, comprensione, complicità insieme a odio, rivalità e gelosia – ma anche di un intero Paese, attraversando vari decenni, fotografando ideali e aspirazioni dei personaggi e di diverse generazioni.

Il racconto incomincia ai giorni nostri con la misteriosa scomparsa di Lila che spinge l’amica Elena a ripercorrere la storia che le ha unite fin dall’infanzia in un rione popolare di Napoli negli anni ‘50.

Un romanzo di formazione, di crescita e riscatto che – attraverso l’instancabile lotta delle due protagoniste contro la società, la famiglia, gli uomini e se stesse –  parla di vissuti condivisi, di esperienze che in molti hanno fatto, di periodi attraversati, alcuni più bui, altri pieni di speranza.

Un esempio altissimo di storytelling, della forza che può avere la scrittura se abbinata a una profonda verità.

In scena oltre 150 attori e 5000 comparse. Un casting durato otto mesi, durante i quali sono stati provinati oltre 8000 bambini e 500 adulti provenienti da tutta la Campania. Attori professionisti, alcuni di loro sono volti noti della scena teatrale contemporanea, e non professionisti, bambini e ragazzi reclutati  nelle scuole di tutti i quartieri.

A interpretare Elena e Lila bambine, Elisa Del Genio e Ludovica Nasti. Mentre Elena e Lila adolescenti saranno, rispettivamente, Margherita Mazzucco e Gaia Girace.  Loro quattro sono delle facce nuove, fresche, che bucano lo schermo e che di sicuro sentiremo parlare.

<< Ho cercato di prediligere il racconto assecondandone svolte e movimenti dei personaggi. Una trasposizione che tenta di riconsegnare agli spettatori le grandi scene del romanzo di Elena Ferrante da cui la serie è tratta. La recitazione, sempre in bilico, è alla ricerca di una densità e di una pienezza ogni volta animata dalle correnti contrarie e contradditorie che animano i suoi personaggi. La voce del racconto è la stesura di un libro. Una prima persona che accompagna lo spettatore dentro i pensieri più inconfessabili della protagonista.>> racconta Saverio Costanzo alla sua scenda esperienza in tv dopo In Treatment.

Costanzo, inoltre, aggiunge << Una voce che ha la funzione anche di legare insieme il tempo del racconto con la stessa anarchica e sentimentale libertà delle pagine di un diario. Gli otto episodi vogliono essere parte di un unico racconto eppure la divisione tematica li differenzia per forma filmica e struttura narrativa, ispirandosi ogni volta ai mutamenti del corpo e agli stati d’animo delle protagoniste. >>

In anteprima alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e proiettato a ottobre per due giorni al cinema  con un buon successo le quattro puntate de L’amica Geniale sono composte da 8 episodi.

Una curiosità. Tra i produttori esecutivi c’è il regista napoletano Paolo Sorrentino.


Commenti dei lettori

Lascia una commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I Campi segnati con * sono obbligatori

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Radio CRC

Current track
TITLE
ARTIST